Vai al contenuto

La mia Wishlist

Profilo

Spedizione gratuita

Area Medici
Carrello 0 0,00

Spedizione gratuita

Area Medici

La mia Wishlist

Profilo

Spedizione gratuita

Area Medici

La mia Wishlist

Profilo

Le temperature diminuiscono e i dolori articolari aumentano

Indice

L’arrivo dell’inverno non porta con sé solo tosse, raffreddore o mal di gola ma causa anche una maggiore percezione di dolori muscolari e articolari.

All’interno di questo articolo metteremo in luce la differenza tra questi due dolori, molto spesso utilizzati come sinonimi, e la loro correlazione con il freddo. Infatti, il freddo penetra nei tessuti rendendoli più rigidi e meno elastici. Inoltre, l’umidità può contribuire alla formazione di depositi stagnanti tra le articolazioni.

Dolori articolari e dolori muscolari: cosa sono?

I dolori articolari rappresentano la sensazione di disagio che coinvolge una singola articolazione o più di una nel corpo, originandosi dall’articolazione stessa o dalle strutture circostanti, come tendini o legamenti. Questo disagio spesso si accompagna a gonfiore o arrossamento nella zona colpita e, con l’aggravarsi della condizione, possono manifestarsi sintomi come rigidità articolare e limitazione della mobilità. Questo tipo di dolore può manifestarsi dopo aver sottoposto le articolazioni a diverse forme di stress funzionale, causando problemi meccanici come artrosi o tendinite. Tuttavia, può anche presentarsi in situazioni di riposo, indicando un’origine infiammatoria.

Il dolore muscolare è la sensazione di dolore di uno o più muscoli. Il dolore può essere causato da affaticamento della zona coinvolta oppure essere effetto di processi più intensi quali traumi, infiammazioni, stati di tensione ecc.
Il dolore muscolare può manifestarsi in due modi distinti: il primo è il dolore localizzato che coinvolge un singolo muscolo o un gruppo di muscoli in una specifica parte del corpo, spesso derivante da un crampo o da lesioni interne a quel tessuto. Nel secondo caso, il dolore muscolare diffuso, come suggerisce la definizione stessa, coinvolge un’area più ampia del corpo, comunemente associato a sintomi influenzali, disidratazione e altre condizioni più generalizzate.

Qual è la differenza tra dolore articolare e dolore muscolare?

È frequente non riuscire a interpretare appieno i segnali che il nostro corpo ci invia, e ciò può renderci incapaci di distinguere se il dolore che percepiamo sia di natura articolare o muscolare.

Di seguito mettiamo in luce le differenze principali che ci permettono di fare questa distinzione.

I dolori articolari si manifestano in un punto preciso, comprendendo la zona delle giunture articolari tra le ossa. I dolori articolari più comuni interessano le anche, i gomiti, le caviglie e le ginocchia. Invece, i dolori muscolari colpiscono una zona vasta del corpo e quelli che si verificano più spesso colpiscono spalle, gambe e schiena.

Un altro aspetto differente riguarda la contrazione: locale e limitata nei dolori articolari, estesa alle aree circostanti nei dolori muscolari.

Dolore alle ginocchia: come agire

Il dolore al ginocchio o gonalgia è un sintomo molto comune nelle persone, indipendentemente dall’età e dal sesso e in relazione all’entità del dolore può trasformarsi in una condizione debilitante per chi ne è affetto.

La gonalgia, oltre alla sensazione di dolore, presenta altri aspetti caratteristici, quali: rigidità, arrossamento localizzato, gonfiore e instabilità della struttura articolare. La comparsa di questi sintomi appena citati si presenta gradualmente (ad esempio in seguito ad aspetti caratteristici della quotidianità come lo stress eccessivo o lo stare in piedi per lungo tempo) con possibilità, quindi, di poter intervenire prima che la situazione diventi difficile da ripristinare. Ovviamente, per poter intervenire tempestivamente è necessario non sottovalutare questi segnali.

Nutrire le articolazioni: come intervenire?

È necessario sostenere e nutrire le articolazioni beneficiando del potenziale di alcuni alleati nella lotta ai dolori articolari e muscolari.

  • L’Acido Ialuronico: grazie alla sua capacità di attenuare gli impatti, interviene a livello della mobilità articolare riducendo l’attrito tra le articolazioni che hanno subito il danneggiamento.
  • Il Collagene: supporta la corretta funzione delle cellule che producono cartilagine contrastandone la degenerazione. Favorisce il miglioramento della mobilità e funzionalità delle ossa.
  • La Condroitina e la Glucosamina: sono due componenti naturali essenziali della cartilagine articolare. Agiscono per preservare la struttura cartilaginea.

In conclusione, sebbene l’abbassamento delle temperature possa influire sui dolori articolari e muscolari, è importante adottare precauzioni adeguate e non sottovalutare bensì agire tempestivamente già dai primi sintomi. Con piccole attenzioni, è possibile affrontare in modo efficace i fastidi legati al clima freddo.

Condividi l'articolo

Potrebbe interessarti...

Integratori alimentari: l’approvazione per il commercio
Blog

Integratori alimentari: l’approvazione per il commercio

Gli integratori alimentari sono prodotti alimentari formulati come un concentrato di nutrienti ad esempio minerali, vitamine o altre sostanze aventi effetto nutritivo o fisiologico. Come si evince dal nome vengono utilizzati per corregge o integrare la dieta quotidiana e si presentano solitamente sotto forma di “dose”, quindi bustine, capsule o

Continua »
Cellulite: cause e trattamenti - Pavaglione Integratori
Cellulite e ritenzione idrica

Cellulite: Rimedi e Trattamenti

La cellulite è un disturbo che colpisce il tessuto adiposo e si presenta con il tipico aspetto della pelle a buccia d’arancia, affligge principalmente le donne e si manifesta in determinate zone del corpo. La cellulite colpisce gambe, fianchi, glutei e pancia. Gli stadi della cellulite Esistono diversi stadi della

Continua »
Gambe gonfie: cause e rimedi
Rimedi naturali

Gambe gonfie: cause e rimedi

Con l’avvicinarsi dell’estate e l’aumentare delle temperature è molto più probabile soffrire di gambe gonfie e pesanti. Le elevate temperature alterano la corretta circolazione del sangue, rallentando e intensificando i disturbi connessi all’insufficienza venosa. L’alterazione del sistema circolatorio porta ad una difficile risalita del sangue dai piedi verso il cuore

Continua »
Sei un medico ? Richiedi un campione di Rescue Veno
Il mio carrello
Il tuo carrello è vuoto.

Sembra che tu non abbia ancora fatto una scelta.